Enzo Fabbro: artista della UAC per la mostra Morârs a Basiliano (Udine)

Enzo Fabbro, dopo aver seguito da giovane una scuola di disegno tecnico, ha portato sempre nel cuore il desiderio di dedicarsi al disegno più propriamente artistico. Dal 2014, una volta raggiunta la pensione, ha avuto il tempo e la possibilità di seguire dei corsi presso l’Unione artistico-culturale (UAC) di Basiliano. In questo modo ha imparato la tecnica del gessetto, del colore ad olio, dell’acquerello (grazie all’insegnamento di Gino Spangaro e Alfio Talotti) nonché della lavorazione del vetro Tiffany. Negli ultimi anni ha esposto in occasione delle mostre organizzate dalla UAC a Basiliano, Villaorba e Vissandone. In programma poi la mostra “Morârs”, dal 1° dicembre al 28 febbraio 2019 presso la sala consigliare di Basiliano, in provincia di Udine.

Gelso friulano ad acquerello, Enzo Fabbro, artista friulano
Gelso friulano ad acquerello, Enzo Fabbro, artista friulano

Per la mostra “Morârs” esponi un dipinto ad acquerello raffigurate un gelso che emerge da un fondo realizzato con colori alquanto astratti. E’ la memoria di questo ad avere guidato lo stile? E’ nato a partire da un ricordo particolare?

Quest’opera è nata a partire dall’osservazione di una foto mostratami dal maestro della UAC. Tuttavia, mi ha immediatamente ricordato quel gelso che, quando ero un ragazzo, cresceva nel mio cortile. Ad esso tagliavamo le foglie per nutrire i bachi da seta e sotto l’ombra fresca, donataci dalle sue fronde, tessevamo la seta e costruivamo sedie a mano, da vendere in cambio di una ricompensa in denaro da parte dei commercianti. Nello sfondo ho usato colori così astratti non solo per le belle sensazioni che quest’albero fa nascere in me, ma anche perché in ogni mia opera amo comunicare vivacità.

Chiesa di San Leonardo a Variano d Basiliano, dipinta da Enzo Fabbro, artista friulano
Chiesa di San Leonardo a Variano d Basiliano, dipinta da Enzo Fabbro, artista friulano

Quali sono quindi le tecniche artistiche che più ti piace usare a questo fine?

Ho imparato varie tecniche: colori ad olio, ad acqua, nonché la lavorazione del vetro Tiffany. Tuttavia, la tecnica che mi è più congeniale è il gessetto: dà più luce e brillantezza alla composizione, permette colori più densi e vivi. Per lo stesso motivo, anche quando lavoro con il Tiffany, scelgo dei vetri colorati, che diano luce, che siano vivi.

Dipinto di Enzo Fabbro, artista friulano
Dipinto di Enzo Fabbro, artista friulano

Quali sono i soggetti che preferisci dipingere? Animali e paesaggi? Tra i paesaggi poi, preferisci realizzare quelli che hanno elementi architettonici o puramente naturali? Quali ti danno maggiori emozioni?

Mi piace dipingere fiori, animali, ma soprattutto i paesaggi: lacustri, rocciosi, marini, notturni. In particolare amo la montagna ricoperta di neve e i paesaggi in cui si possono notare anche elementi architettonici rustici, come le case coloniche di una volta. Di solito il modello dei miei dipinti sono fotografie, ma la mia portata artistica è quasi sempre presente: aggiungo spesso qualche elemento naturale, qualche albero per esempio, per rendere la composizione più armonica e esteticamente migliore.

Dipinto di Enzo Fabbro, artista friulano
Dipinto di Enzo Fabbro, artista friulano

Per saperne di più: